VITTORIA A METÀ- QUANDO LA RISPOSTA DIMOSTRA L’INADEGUATEZZA

dopo avere marciato, gridato, diffidato, denunciato, scritto ecc ecc… ecco che è bastata la minaccia tardiva (ovviamente i soldi sono stati inviati alle ASP a fine giugno) dell’assessore di far perdere quello “sgabello” ai commissari delle ASP, per velocizzare tutto ed in 4 giorni farci avere i primi 4 mesi di assegno di cura. 
Sempre che ciò sia vero (cioè sempre che entro un paio di giorni ci arrivino sul conto corrente) non possiamo che rimanere SDEGNATI ED OFFESI da quello che continuiamo a patire e dalla risposta che conferma sempre più la nostra analisi:
1: se è possibile fare i mandati di pagamento in 4 giorni, perché abbiamo dovuto aspettare sette mesi?
2: perché ci avete detto che le ASP possono pagare quando vogliono (per iscritto,da parte della dirigente generale alla salute), contravvenendo alla legge ancora in vigore?
3: perché non coordinate le ASP che continuano a permettersi di vessarci con documenti fantasiosi e che spesso ci costringono a dichiarare il falso e addirittura ad allegare certificazione a una dichiarazione sostitutiva di certificazione?(vd. Distretto 42)?
4: perché vi ostinate a difendere dirigenti, funzionari e dipendenti che non fanno correttamente il loro lavoro, come da sempre vi segnaliamo?
5: perché non pubblicate il nuovo DECRETO MUSUMECI? Che sorpresa avete in serbo?
6:perché non attivate i fantomatici 40 milioni per la disabilitá cd. Grave?

Caro assessore RAZZA, adesso che si è svegliato ed ha compreso che basta una minaccia di rimozione per farli lavorare, faccia seguire i fatti. Ci verrebbe da chiederle di rimuoverli per davvero, i vertici dirigenziali, perché ha compreso che se per una cosa così urgente come i diritti dei più deboli perdono tempo, chissà cosa accade nella routine gestionale ordinaria, fatte salve le procedure per il pagamento puntuale dei loro emolumenti. Di rimuoverli perché non c’era nessun problema amministrativo al pagamento puntuale. Era solo negligenza!

Ci verrebbe da chiederle questo atto serio, ma non lo faremo perché la “colpa” , quella vera, si annida anche nel suo palazzo. E lei lo sa benissimo che senza un suo coordinamento non avremo mai pace, senza un dirigente generale che diriga, non potremo mai avere efficienza. 
Quindi una cosa gliela chiediamo: con la stessa velocità con cui fa i suoi proclami, firmi domani mattina il decreto per stanziare le altre 3 mensilità (maggio, giugno e luglio), pubblichi il nuovo decreto “secretato” ed attivi le procedure per sbloccare i famosi 40 milioni per la disabilitá grave, e dimostri a tutti che lei è un assessore DEGNO del suo ruolo. 
Glielo impone la legge, ancora in vigore, glielo impongono i decreti ingiuntivi che abbiamo fatto e vinto. Non ci faccia continuare a lottare e ci/si regali un’estate più serena.

#SiamoHandicappatiNoCretini

https://www.facebook.com/story.php?story_fbid=1915947305132730&id=1362278477166285