Condizioni d'uso per continuare la navigazione sul sito

Da leggere con attenzione
 Gentile utente,
le seguenti condizioni di utilizzo del sito (“Condizioni d’Uso”) si applicano a tutti i servizi (“Servizi/o”) forniti agli utenti (Utenti/e) del sito web www.informadisabile.it (Sito), di proprietò di Carpe Diem Onlus con sede in Via Francavilla, 329/A – Fraz. Trappitello, Taormina (Messina) – C.F. 96009190834.
Anche se lei non è un Utente registrato al Sito, mediante l’accesso, il browsing e l’uso del Sito si intende che accetta le Condizioni d’Uso.
In caso contrario, deve sospendere immediatamente l’utilizzo del Sito.

 

AMBITO D’APPLICAZIONE E MODIFICHE ALLE CONDIZIONI D’USO
La fruizione dei Servizi è regolata dalle Condizioni d’Uso del Sito. Le Condizioni d’Uso del Sito saranno applicabili anche ai nuovi Servizi forniti in futuro nelle aree riservate del Sito, se non altrimenti previsto all’atto della registrazione o della prima fornitura del nuovo Servizio. L’uso continuato da parte sua del Sito dopo tali modifiche sarà considerato come accettazione delle nuove Condizioni d’Uso del Sito.

 

DIVIETO DI INTERFERENZE
Si impegni a non:
(a) usare programmi o altri meccanismi automatici o manuali per monitorare o copiare le pagine web di www.informadisabile.it o il loro contenuto senza l’autorizzazione espressa in forma scritta;
(b) usare alcun meccanismo, software o procedimento, che possa interferire con il corretto funzionamento del Sito o delle transazioni concluse sul Sito stesso;
(c) compiere alcuna azione che possa causare un irragionevole sovraccarico di attività delle infrastrutture tecnologiche e del sistema.

Una distinzione importante va fatta tra l’uso dell’elaboratore per la disabilità prevalentemente fisico/sensoriale e per quello che, genericamente, viene definito come ritardo mentale o disabilità intellettiva. Nel caso di disabilità fisico/sensoriale il computer è un ausilio che consente di svolgere alcune funzioni che altrimenti sarebbero precluse, una sorta di protesi che permette di sopperire ad una funzione organica compromessa (strumento per migliorare l’accessibilità e aumentare l’autonomia).

La verifica dell’utilità e la validità dell’ausilio sono date semplicemente dal criterio di funzionalità, direttamente accertabile dall’utente finale. In situazioni di ritardo mentale, è invece chi assiste il disabile che deve servirsi dell’ausilio per interagire con lui (strumento di riabilitazione). Per far questo egli deve essere in grado di gestire e adattare l’ausilio al proprio progetto: obiettivi, contenuti, linguaggio, tempi e verifiche. In tale situazione diventa essenziale la scelta del software e delle modalità di utilizzo.