In linea con le nuove norme introdotte dal D.Lgs. 66/17, è importante supportare i Dirigenti Scolastici e i Docenti ad analizzare i segnali rilevatori del disturbo dello spettro autistico, mettere in atto le migliori strategie didattiche e facilitare il percorso d’integrazione e formazione degli studenti.

Il recente D.Lgs. 66/17 riguardante le “Norme per la promozione dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità” ha introdotto sostanziali cambiamenti anche nella gestione degli studenti con disturbi generalizzati dello spettro autistico.

Nel processo che va dalla diagnosi alla scelta degli interventi più efficaci per l’attuazione dell’inclusione scolastica, è fondamentale che tutto il personale scolastico sia in grado di attuare in modo corretto le nuove disposizioni, soprattutto quelle riguardanti le metodologie d’intervento educativo e la documentazione dell’inclusione scolastica.

Per un docente, e in generale per gli educatori e tutti coloro che si occupano di formazione, la relazione con un soggetto con disturbi dello spettro autistico può risultare complessa, spesso sconcertante. Solo l’aumento delle competenze può portare ad una maggiore efficacia degli interventi e del senso di autoefficacia dell’educatore.